off sposa l’arte

manifesti d’autore

Nel 2018, in occasione del decennale di Ortigia Film Festival, è stato lanciato un nuovo progetto dal titolo: OFF Sposa l’Arte (Manifesti d’autore). L’idea nasce dalla volontà di coinvolgere le altre arti all’interno della kermesse cinematografica. Ogni anno il direttivo di Off sceglie un’artista che realizza l’opera da cui poi verrà sviluppato tutto il concept grafico della comunicazione e dell’allestimento.

Ma non è solo Off che sposa l’arte perché anche l’artista sposerà Off donando l’originale della sua opera che verrà esposta durante il festival. Le opere realizzate nel tempo diventeranno una collazione privata di Ortigia Film Festival e saranno esposte durante la kermesse. Il progetto work in progress prevede che dal 2023, quando saremo arrivati alla quinta donazione, le opere siano esposte con i rispettivi manifesti, in uno spazio/ mostra permanente, fruibile da cittadini e turisti. Lo scopo è creare un dialogo continuo tra l’arte, il territorio e il festival in un gioco di commistioni e rimandi che fin dalla sua nascita Off e l’associazione che l’ha creato, persegue.

opera di

Fabio
Lovino

Titolo

ricerca “circus”
2019

edizione

off 11
2019

manifesto di

Carmelo Iocolano
Red Tomato ADV

“Questa immagine – dice Lovino – fa parte della mia ricerca “circus”,ispirata al mondo di Federico Fellini, al sogno , all’inafferrabile, il motivo per il quale ho iniziato a fare foto è stato la visione de “la dolce vita” a 13 anni. Una ricerca – Spiega – che porto avanti da 20 anni con un gruppo di amici cari , che spesso sono gli ispiratori di molti miei lavori: attori attrici, danzatori costumisti e operatori di effetti speciali cinematografici. In questa foto da sinistra c’è la danzatrice Francesca di Maio, Claudio Santamaria, Claudia Pandolfi, Vinicio Marchioni, la danzatrice Eliana Ghione, Giulia Bevilacqua, a loro spesso si sono aggiunti Filippo Timi, Pi Kewahong, Fabrizia Sacchi, Tommaso Ramenghi. Alba Rohrwacher, Chiara Tomarelli,. I costumi sono di ADORE, con la partecipazione di Mara Masiero Costumista e Vanessa Bozzacchi stylist”.

opera di

Sergio
Fiorentino

Titolo

Sognatrice blu
2018

edizione

off 10
2018

manifesto di

Carlo Coniglio
iwhiteplus

L’opera pittorica a cui si ispira il manifesto è “Sognatrice blu” di Sergio Fiorentino, catanese, classe 1973, che dopo studi classici e un diploma in pittura e restauro all’Accademia di Belle Arti Abadir di Catania, si dedica per anni allo studio ed alla ricerca delle arti decorative del ‘900. Dal 2012 si trasferisce a Noto, dove attualmente vive e lavora. Al centro della sua produzione il blu delle tele in cui personaggi di acqua, di carne e pietra si sdoppiano, sognano e restano sospesi in volo.